Latest Posts

Categories: Articoli

Giunge alle fasi conclusive il concorso di arti visive bandito dal club UNESCO ‘Federico II’ di Lucera su una delle più grandi eredità del nostro passato.
C’è tempo tutta l’estate per chiunque volesse fotografare o ‘interpretare’ artisticamente la Fortezza svevo-angioina di Lucera (FG), luogo di notevole valenza storica, artistica ed archeologica e area di notevole interesse per la storia dell’arte e dell’architettura militare del medioevo.
In risposta all’esigenza testimoniata nel corso dell’ultimo censimento del Fondo Ambiente Italiano sui luoghi più amati dagli italiani (quarto posto nazionale), il Club UNESCO ‘Federico II’ di Lucera, con il patrocinio della Città di Lucera (Assessorato alla Cultura e Pubblica Istruzione) e della Provincia di Foggia (Assessorato alla Cultura e alle Politiche Scolastiche), ed in collaborazione con la Delegazione FAI, il Foto Cine Club e l’Accademia di Belle Arti di Foggia, ha bandito uno specifico concorso internazionale di arti visive (disegno, grafica e fotografia).
Il concorso, denominato “Punta al Castello”, intende sollecitare, accrescere e valorizzare l’espressività, i saperi, le conoscenze e la creatività di quanti visiteranno la poderosa costruzione angioina (1269-1283) che cinge gli 80.000 mq del monte Albano di Lucera per una lunghezza di 900 metri e che ingloba al suo interno i resti della reggia di Federico II (1233-1242): il palazzo-torre che anticipò di alcuni anni il più noto Castel del Monte.
All’interno del “Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile” (2005-2014), l’iniziativa assume un’evidenza particolare perché celebrata in occasione di quattro grandi campagne lanciate dalle Nazioni Unite attraverso l’UNESCO per sensibilizzare giovani e adulti di tutto il mondo verso la necessità di un futuro più equo ed armonioso, rispettoso del prossimo e delle risorse del pianeta: gli Anni internazionali della Biodiversità e del Ravvicinamento delle Culture (2010), della Gioventù (12 agosto 2010 – 11 agosto 2011), delle Foreste (2011).
Il Concorso da’ spazio ad ogni tipo di espressività artistica, dei più grandi come dei più piccoli: il disegno, la fotografia, la grafica vettoriale e 3D. Il bando si compone infatti di cinque sezioni, le prime tre dedicate alle scuole primarie, secondarie di 1° e 2° grado, le altre due ad artisti e fotografi per hobby o per professione.

Questi i premi in palio:
Sezione Scuola Primaria: € 100,00;
Sezione Scuola Secondaria di 1° grado: € 150,00;
Sezione Scuola Secondaria di 2° grado: € 200,00;
Sezione Fotografi, artisti, grafici o progettisti non professionisti: € 250,00;
Sezione Fotografi, artisti, grafici o progettisti professionisti. € 300,00.
Sono inoltre previsti ulteriori premi per le opere particolarmente significative, per le proposte più creative e, all’interno di ogni sezione, riconoscimenti differenziati per i tre diversi generi di lavori (opere fotografiche, disegni e altri progetti grafici) .
Al primo classificato spetterà anche l’immagine ufficiale della proposta di candidatura del sito della più vasta fortezza medievale d’Europa, a patrimonio culturale dell’umanità.

Per partecipare al concorso basta inviare una e-mail all’indirizzo segreteria@clubunescolucera.it.

Ecco il bando del concorso
Il concorso scade il 31 ottobre 2011.
La premiazione avverrà a Lucera il 16 novembre 2011.

Categories: Articoli

Come da decisione della 35^ sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale riunita a Parigi dal 19 al 29 giugno 2011, il sito seriale I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” è entrato ufficialmente nella lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.
Ecco il comunicato stampa ufficiale:
Italia Langobardorum – patrimonio mondiale Unesco

Categories: Articoli

Giovedì 26 maggio 2011, presso i locali della Sezione di Archivio di Stato di Lucera, avverrà l’insediamento del Comitato Tecnico sulla Fortezza di Lucera, un gruppo di di studio interno al Club Unesco ‘Federico II’ di Lucera finalizzato a promuovere l’estensione delle tutele UNESCO all’importante monumento nazionale che insiste sul colle Albano della città di Lucera.

Categories: Comunicati stampa

Tra le iniziative volte a promuovere la figura di S. Francesco Antonio Fasani nel corrente Anno Giubilare che celebra il 25° anniversario della sua canonizzazione da parte del Beato Papa Giovanni Paolo II, il Club UNESCO ‘Federico II’ di Lucera, presieduto dal dott. Massimiliano Monaco, ha aderito alla proposta della Consulta del Santuario S. Francesco A. Fasani ed ha organizzato per venerdì 13 maggio p.v. una conferenza sul rapporto tra il Padre Maestro San Francesco Antonio Fasani (Lucera, 1681-1742), gli artisti e gli intellettuali napoletani del suo tempo.

Che il Santo di Lucera fosse anche un Artista lo dimostra la sua predilezione per la scelta di opere che rispecchiano qualità e sobrietà e la sua quasi certa amicizia e frequentazione diretta con i principali artisti napoletani del suo tempo, in primis lo scultore Giacomo Colombo. Laureato in Assisi in “Arti e Sacra Teologia”, il Padre Maestro Fasani appartiene ad una corrente di pensiero artistico e teologico che si pone in antitesi agli eccessi barocchi del suo tempo, per attestarsi su posizioni di maggiore “equilibrio” stilistico. Il restauro e l’arricchimento artistico della chiesa di S. Francesco a Lucera è una dimostrazione evidente della raffinata sobrietà del suo gusto, e dell’innato talento artistico del grande Santo.

La conferenza, dal titolo “SAN FRANCESCO ANTONIO FASANI E I SUOI SOGGIORNI NAPOLETANI. L’importanza del milieu intellettuale. La sua amicizia con Giacomo Colombo”, si terrà il 13 maggio 2011 alle ore 20 all’interno del Santuario francescano di Lucera, che dal 2008 è stato proclamato Monumento UNESCO “Testimone di una Cultura di Pace”. Dopo i saluti dei rappresentanti delle istituzioni civili e religiose, del presidente del Club Unesco e del vicepresidente vicario della Federazione Italiana dei Club e Centri Unesco, la parola passerà a due dei principali protagonisti della scorsa edizione di “Lucera Barocca” (maggio 2010), gli storici dell’arte Christian de Letteriis, specializzato sull’attività di scultori e marmorari napoletani, a cui ha dedicato diversi saggi e monografie, e Vincenzo Rizzo, affermato soprattutto nello studio sulla civiltà napoletana tra Seicento e Ottocento. Allievo di Roberto Pane, il prof. Rizzo ha pubblicato 25 saggi su «Napoli Nobilissima»; ha collaborato con Federico Zeri ed Alvar Gonzales Palacios ed ha curato oltre 100 voci per l’Enciclopedia Treccani. Vanta, inoltre, più di 200 pubblicazioni scientifiche, tutte corredate da ineludibile documentazione inedita.

Patrocinatori e sponsor della serata sono l’Amministrazione provincviale di Foggia, la Città di Lucera, la Reale Arciconfraternita S. Croce, SS. Trinità e M. Addolorata, la Società Immobiliare Fortunato S.r.l. e la Cantina La Marchesa di Lucera.

Categories: Comunicati stampa

Sabato 26 marzo 2011 alle ore 17,30 presso l’Aula ‘Mariani’ dell’Istituto di Istruzione Superiore “Alberico Marrone” in Lucera, il Club UNESCO ‘Federico II’, presieduto dal dott. Massimiliano Monaco, celebra la Giornata Mondiale della Poesia istituita dall’UNESCO nel 1999.
La manifestazione è organizzata in collaborazione con il Dirigente Scolastico prof. Michele Prencipe, che ospita l’evento sin dalla sua istituzione. Saranno premiati i vincitori della VI edizione del concorso provinciale “Una poesia per la pace”, riservato agli studenti delle Scuole Superiori e delle Scuole Medie Inferiori della provincia di Foggia e incentrato quest’anno sul tema ‘La strada: luogo d’incontro’. L’evento si avvale del patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Capitanata, dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Foggia e del Comune di Lucera – Assessorato alla Cultura e P.I. .

Presidente di giuria è il poeta prof. Michele Urrasio; gli altri componenti sono il prof. Giuseppe De Matteis, già professore ordinario di Letteratura Italiana all’Università degli Studi di Pescara, il Dirigente Scolastico prof. Raffaele De Vivo, il Dirigente Scolastico prof.ssa Liliana Grasso, la prof.ssa Antonietta Forte, la prof.ssa Giada Cimino ed il prof. Vincenzo Beccia.
Coordinatore dell’evento è il Dirigente Scolastico prof. Mario Tibelli
Il servizio di accoglienza è curato dagli studenti dell’I.I.S. “A. Marrone”.
Le studentesse del Corso ‘Abbigliamento e Moda’, inoltre, sfileranno con le loro creazioni ispirate alla pittura e alle arti figurative, temi che l’UNESCO negli anni ha valorizzato dedicando la Giornata Mondiale della Poesia all’incontro tra le diverse forme della creatività.
La musica sarà eseguita dal maestro Pasquale Ieluzzi, Direttore della Corale “S. Cecilia – don E. Di Giovine” di Lucera; la serata verrà arricchita da interventi musicali di Rosalia Angelilli, cantante ed interprete, diplomata presso il Centro Europeo di Toscolano (Avigliano Umbro), fondato e presieduto dal grande Mogol.

Previsti premi ai primi tre classificati delle due sezioni; in particolare, il vincitore nella sezione “Scuola Secondaria di 2° grado” verrà premiato con l’iscrizione gratuita alla sezione giovanile Under 30 del Club UNESCO di Lucera.

Un sentito ringraziamento alla ‘MGF Comunicazione e Immagine’ che ha curato la comunicazione e l’immagine dell’evento, agli sponsor l’Immobiliare Fortunato S.r.l. ed il Palace Hotel di Lucera, nonché agli sponsor che hanno offerto i premi per i sei vincitori (Ideal Web di Marco Pignatelli, Mediastore di Raffaele Maglia, Cartolibreria Roberto De Mare).

Nel corso della serata, verranno donati agli studenti ed al pubblico i volumi editi dalla “MGF Comunicazione e Immagine” di Lucera, che raccolgono le poesie delle prime due edizioni 2006 e 2007 del Concorso.
Questi, quindi, gli ingredienti di un appuntamento diventato familiare soprattutto per le Scuole del nostro territorio, visto anche il consueto elevato numero di partecipanti.
Da noi, e in tutto il mondo, come ci ricorda il Prof. Giovanni Puglisi, Presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO – CNI: «la data del 21 marzo, che segna anche il primo giorno di primavera, riconosce all’espressione poetica un ruolo privilegiato nella promozione del dialogo e della comprensione interculturali, della diversità linguistica e culturale, della comunicazione e della pace».

Per l’invito e la locandina:
Giornata mondiale della poesia 2011

Categories: Articoli

Firenze, 12 marzo 2011

Mr. Eiji Hattori Honorary Presidente WFUCA – National Federation of UNESCO Associations of Japan

Mr. Noguchi Noboru Executive Director – Mrs. Sumiko Ishigami Executive Secretary -Isahi Ebisu Seimei Bldg.., 12F, 1‐3‐1, – EbAisu Shibuya‐ku, Tokyo 150‐0.013 Japan

Dear Friends, Eiji Hattori, Nogouchi Nobou, and Sumiko Ishigami on behalf of the Italian Federation of UNESCO Clubs and Centers and for myself, I wish to express to you our heartfelt participation in the terrible disaster which is causing so much suffering to the Japanese people.
We feel really very close to you, to the Japanese Federation and to your Clubs more directly.
We are especially close to the friends of Sendai – a wonderful city where the first UNESCO Club was created and which I had visited and admired during our UNESCO’s Clubs meeting.
We are following with sorrow on television this terrible situation and we hope that more people can be saved.

We all admire the spirit of your people and we are sure that you will find the courage and the force to forge a new beginning, after the tragedy, as you have demonstrated after Hiroshima and Nagasaki.
With our sincere solidarity and dear wishes to you, yours families and friends,

Marialuisa Stringa,
President of Italian Federation of UNESCO Clubs and Centers
president of UNESCO Center of Florence

Categories: Comunicati stampa

Il Club UNESCO ‘Federico II’ di Lucera celebra anche quest’anno le Giornate Mondiali del Libro e del Diritto d’autore, in anticipo rispetto alla tradizionale data del 23 aprile, per esigenze organizzative e di programmazione.
Le Giornate Mondiali del Libro e del Diritto d’Autore nascono per incoraggiare il piacere della lettura, vero “cibo per la mente”. Prendono spunto da un giorno simbolico, la data in cui, nel 1616, morivano contemporaneamente William Shakspeare, Miguel de Cervantes e il cronista spagnolo Garcilaso de la Vega.
Attraverso la loro celebrazione l’UNESCO sostiene programmi di alfabetizzazione e potenziamento della diffusione della lettura, e progetti di digitalizzazione di documenti di valore universale (come il progetto memory of the world). La finalità è quella di creare nel mondo condizioni essenziali per un pensiero libero e una partecipazione costruttiva e consapevole allo sviluppo della democrazia e della pace, promuovere la consapevolezza dell’eredità culturale, dell’apprezzamento delle arti, della comprensione delle scoperte e delle innovazioni scientifiche.

Nell’ambito di questi programmi, il Club UNESCO ‘Federico II’ di Lucera, presieduto dal dott. Massimiliano Monaco, con il patrocinio e la collaborazione della Città di Lucera, del Convitto Nazionale “Ruggero Bonghi”, dell’Associazione “Amici della Musica Giovanni Paisiello” e del Circolo Unione di Lucera organizza tre ‘Incontri con l’Autore’ per altrettante presentazioni di libri, secondo il seguente programma:

Sabato 12 febbraio 2011, ore 18.30, Sala Rosa del Convitto Nazionale “Ruggero Bonghi” – Lucera, Via IV Novembre, 36.
Il prof. Raffaele Licinio presenta
Castelli Medievali. Puglia e Basilicata: dai normanni a Federico II e Carlo I d’Angiò

Edizioni Caratteri Mobili 2010
Introducono il dott. Loris Castriota Skanderbegh e la dott.ssa Maria Teresa Rauzino
Lettura di alcuni brani a cura della dott.ssa Anna Ricciardi
Accoglienza a cura degli studenti dell’I.P.S.A.R. di Lucera
Incontro con i rappresentanti della Delegazione FAI di Foggia

Venerdì 18 febbraio 2011, ore 18.30, Sala Paisiello – Lucera Via Bozzini, 8 (nei pressi di Piazza Duomo)
La dott.ssa Francesca Tartaglia presenta
Due poeti all’ombra di un acero rosso. Vera storia di un INsuccesso
Edizioni Albatros 2010

Introducono la dott.ssa Angela Articoni e la prof.ssa Lucianna Modola
Lettura di alcuni brani a cura del dott. Antonio Giarnieri
Visita alla storica dimora del poeta e drammaturgo i Umberto Bozzini a cura della prof.ssa Elvira Calabrìa

Domenica 27 febbraio 2011, ore 18.30, Circolo Unione, Salone di Rappresentanza – Lucera Piazza Duomo, 12
La dott.ssa Annalisa Molfetta presenta
Federico De Roberto. “Il dietro scena delle anime. Cinque novelle”
Stilo Editrice 2011

Introducono il prof. Vito Lacirignola e la prof.ssa Simona Mariani
Lettura di alcuni brani a cura della dott.ssa Ilenia Carlantuono

NOTE SUGLI AUTORI E SULLE OPERE

Raffaele Licinio è professore ordinario di Storia medievale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bari e Direttore del Centro di Studi Normanno-Svevi dello stesso Ateneo. E’ autore di numerose ricerche che indagano sui rapporti tra realtà istituzionali, assetto del territorio, strutture sociali e realtà produttive del Mezzogiorno medievale, con particolare attenzione alle tematiche dell’incastellamento e ai problemi di storia agraria. Ha fondato, dirige e, con numerosi collaboratori, cura i siti: storiamedievale.net, mondimedievali.net, cinemedioevo.net.

Castelli Medievali. Puglia e Basilicata: dai normanni a Federico II e Carlo I d’Angiò
All’interno dell’organizzazione difensiva del Mezzogiorno medievale, e nel quadro dei meccanismi di potere e di controllo delle società feudali, si ricostruiscono genesi e funzioni, reali e simboliche, di un vero e proprio “sistema castellare” che, organizzato dal primo re normanno Ruggero II, viene poi ristrutturato e rafforzato dall’imperatore svevo Federico II e, in parte, dall’angioino Carlo I. Da Castel del Monte a Lucera, da Foggia a Barletta, da Bari a Brindisi, da Oria a Taranto, da Lagopesole a Melfi, un itinerario storico sorprendentemente attuale tra strutture castellari che rappresentano il “banco di prova” della capacità di governare gli uomini e i territori pugliesi e lucani tra XI e XIII secolo.

Francesca Tartaglia (1981), dottoressa in Conservazione dei Beni culturali storico-artistici, per passione pittrice e regista di opere teatrali, è stata premiata con una medaglia d’argento dal Papa Benedetto XVI, durante l’incontro internazionale degli artisti di novembre 2009. Vive e lavora a Roma, dove collabora a diverse riviste, tra cui L’Apriliano, L’Ardeatino e il Nettunese, Flemingroma.

Due poeti all’ombra di un acero rosso. Vera storia di un Insuccesso
Quando Maria e Paco, due studenti universitari di Lettere a Lucera, trovano quasi per caso in biblioteca alcuni versi mai pubblicati di Umberto Bozzini, poeta e drammaturgo lucerino di inizio ‘900, ancora non sanno di essere di fronte a uno dei casi letterari più misteriosi e irrisolti dello scorso secolo. Il poeta, infatti, fu autore anche di alcune tragedie, tra cui una Fedra, che vide la luce proprio nello stesso periodo in cui Gabriele D’Annunzio mise in scena un dramma con lo stesso argomento. Grazie alle ricerche dei due giovani, in un racconto che intreccia presente e passato, vengono pian piano allo scoperto le trame che stanno alla base di un clamoroso plagio, di cui l’Autrice ricostruisce con abilità narrativa le attese, le invidie, gli intrighi e i giochi di potere.

Annalisa Molfetta (1984) da sempre coltiva la passione per la scrittura ed ha partecipato a vari premi letterari, ottenendo importanti riconoscimenti. Nella sua tesi di laurea in Filologia si è occupata delle problematiche risorgimentali del Meridione in Tomasi di Lampedusa e De Roberto: dalla lunga familiarità con le opere di questo Autore è nata l’idea di curarne un’antologia di scritti.

Federico De Roberto. “Il dietro scena delle anime. Cinque novelle”
Federico De Roberto (Napoli, 1861 – Catania, 1927), ideatore di un Verismo giovane ed originale, fu osservatore minuzioso, sarcastico eppur spietato della Sicilia del suo tempo: dalle sue opere traspare per essa una passione tormentata, quasi feroce. Ne nasce una sorprendente capacità di narrare a rapidi tocchi ma profondamente, di sorvolare le maree della folla come di scandagliare gli angoli più oscuri delle coscienze. L’antologia comprende le più famose novelle di De Roberto ed è destinata ai lettori di tutte le età: tanto agli studenti a cui la scuola riesce ancora a solleticare qualche curiosità, quanto a quelli che hanno lasciato i banchi da un pezzo ma che sentono il desiderio di conoscere, lasciandosi guidare, senza invadenze critiche né didattiche, in una raccolta “di fiore in fiore” che non potrà non affascinare.

Categories: Articoli

Con la conferenza stampa di presentazione dei risultati del V Censimento del Fondo Ambiente Italiano “I Luoghi del Cuore 2010”, si è conclusa il 25 gennaio scorso a Milano la grande campagna di sensibilizzazione per la salvaguardia dei siti culturali e ambientali più amati dagli italiani.
Ad essa ha preso parte, insieme alla Città di Lucera, alle Scuole del territorio, alle tantissime associazioni e gruppi giovanili e a moltissimi cittadini, anche il nostro Club Unesco, che ha svolto un ruolo di coordinamento e di divulgazione dell’iniziativa nell’intero territorio nazionale.
Nell’intera Capitanata sono ben tre i beni segnalati dai 464.649 italiani giunti nei primi 13 posti del censimento. Tra questi, l’Eremo di Pulsano, primo classificato in assoluto, che il nostro Club ha visitato il 14 novembre u.s., la Fortezza svevo-angioina di Lucera, giunta quarta nella classifica generale e prima nella tipologia dei castelli e la chiesa delle Croci di Foggia.

Questi i risultati finali, consultabili anche alle pagine web del FAI
La Classifica finale

I classificata, con 34.118 segnalazioni (di cui 379 on line) – EREMI DELL’ABBAZIA DI SANTA MARIA DI PULSANO presso Monte Sant Angelo;
II classificata, con 26.150 segnalazioni (di cui 1.158 on line): CASA DESANTI – BOSSI di Novara;
III classificata. con 19.238 segnalazioni (di cui 3.469 on line); CHIESA DI SANTA CATERINA di Lucca;
IV classificata, con 16.002 segnalazioni (di cui 3.629 on line): FORTEZZA SVEVO ANGIOINA di Lucera;
V classificata, con 12.894 segnalazioni: CHIESA DI SAN FILIPPO NERI di Fermo.

Ottimo risultato anche per la chiesa delle Croci di Foggia, giunta XIII nella classifica generale, con 8.335 preferenze.

Sabato 12 febbraio, in occasione dell’inaugurazione delle XVI Giornate Mondiali UNESCO del Libro, presso la “Sala Rosa” del Convitto Nazionale “R. Bonghi” di Lucera alle ore 18.30, la Delegazione FAI di Foggia, prima in Italia per numero di voti presentati, sarà ospite del Club UNESCO ‘Federico II’ di Lucera.

Categories: Comunicati stampa

In occasione del 65° anniversario dell’istituzione dell’UNESCO (Londra, 16.11.1945), martedì 16 novembre 2010 presso l’Istituto Scolastico Comprensivo “Alessandro Manzoni” di Lucera, il Club UNESCO ‘Federico II’ ha presentato alla cittadinanza e agli organi di stampa il Concorso nazionale di arti visive (per fotografie, disegni ed altre elaborazioni grafiche) denominato “Punta al Castello”. Il concorso è stato organizzato per sollecitare, accrescere e valorizzare l’espressività, i saperi, le conoscenze e la creatività di quanti visiteranno l’area della Fortezza svevo-angioina di Lucera nel periodo compreso tra novembre 2010 e settembre 2011, riflettendo sulla sua preziosa bellezza, ma anche sulla fragilità e vulnerabilità dell’intera area.
L’incontro è stato introdotto dal Dirigente Scolastico prof.ssa Liliana Grasso, che , alla presenza di numerosi docenti e componenti il Consiglio d’Istituto e del VicePresidente Vicario della Federazione Italiana Club e Centri UNESCO, l’avv.Pietro Agnusdei, ha avuto parole di encomio per l’attività del Club UNESCO di Lucera.
Il Presidente del Club UNESCO “Federico II” dott. Massimiliano Monaco, ha illustrato l’iniziativa: il concorso durerà fino a settembre 2011, con l’obiettivo di valorizzare, attraverso la forza comunicativa e la modalità espressiva del disegno, della grafica vettoriale e della fotografia, i diversi aspetti e le peculiarità del colle su cui insiste la fortezza medievale di Lucera per conoscerli, difenderli, amarli, aumentarne l’attrattività turistica, storica e culturale e per rafforzare, soprattutto nei più giovani, il senso di appartenenza.
L’iniziativa assume un’evidenza particolare perché celebrata in occasione di quattro grandi campagne lanciate dalle Nazioni Unite attraverso l’UNESCO per sensibilizzare giovani e adulti di tutto il mondo verso la necessità di un futuro più equo ed armonioso, rispettoso del prossimo e delle risorse del pianeta: gli Anni internazionali della Biodiversità e del Ravvicinamento delle Culture (2010), della Gioventù (12 agosto 2010 – 11 agosto 2011), delle Foreste (2011) e il “Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile” (2005- 2014).
La premiazione avverrà fra un anno, sempre in concomitanza con l’anniversario di fondazione dell’UNESCO.

Categories: Comunicati stampa

LA FILOSOFIA PER UNA CULTURA DELLA BIODIVERSITÀ – Molte specie, un Pianeta, un Futuro.
Laddove la filosofia incontra la natura, si instaura sempre una dicotomia del buon vivere che migliora l’essere umano nel corpo e nello spirito. E’ anche per questo che il Club Unesco ‘Federico II’ di Lucera, presieduto dal dott. Massimiliano Monaco, invita tutti a riflettere sulla fragilità e l’importanza del nostro patrimonio naturale e a favore di un impegno per un futuro sostenibile. L’iniziativa, promossa in occasione dell’annuale Giornata Mondiale della Filosofia, si inserisce nell’Anno Internazionale della Biodiversità (2010) e nel ‘Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2005 – 2014’, campagne mondiali proclamate dall’ONU e coordinate dall’UNESCO allo scopo di diffondere valori, conoscenze e stili di vita orientati al rispetto del bene comune e delle risorse del pianeta.
L’incontro si terrà venerdì 26 novembre 2010 presso l’Auditorium del Liceo Classico-Scientifico “R. Bonghi”‘ di Lucera con inizio alle ore 18. Ospiti della serata saranno il dott. Francesco Iannitti, counselor filosofico e life coach e il prof. Paolo Emilio Trastulli, docente di storia e filosofia e Presidente della Famiglia Dauna di Roma.
Nel ricordare che la risorsa genetica riveste un ruolo insostituibile, specialmente per quanto concerne le caratteristiche qualitative degli alimenti, obiettivo del convegno è quello di rendere tutti più consapevoli, a partire dal nostro modo di pensare e di vivere il tempo presente, dell’importanza delle diversità, tanto biologiche quanto culturali, per il benessere, l’organizzazione e la stabilità sociale dell’uomo.
L’incontro si propone, inoltre, di svegliare le nostre coscienze, come quelle di tutti gli uomini, ad una ritrovata consapevolezza di ciò che è essenziale per la natura e quindi per noi stessi in quanto suoi “figli”.