Latest Posts

Categories: Senza categoria

Si pensa al mondo dell’informatica come ad una scienza occulta, ad operazioni magiche e incomprensibili ai comuni mortali. Questa giovane scienza (l’informatica, appunto) ha avuto modo di svilupparsi negli ultimi 35/40 e solo da circa 20 è diventata accessibile a masse più o meno felici di occidentali.

Nella seconda metà degli anni ’80 cominciarono a circolare nelle camerette degli adolescenti i primi personal computer, da collegare al televisore, da programmare copiando codici dalle riviste: ore e ore a copiare il listato di un programma per vedere una pallina rimbalzare sullo schermo. Fin da allora si stabilì il connubio tra ‘informatica’ e ‘ragazzino brufoloso’ (in USA li chiamano ‘geek’), cui si aggiunse una scarsità di donne dai circoli tecnici. In realtà il problema dell’assenza di donne si sta lentamente risolvendo, specie dopo che il boom di internet ha avvicinato gli umanisti al mondo delle reti. Resta invece una sostanziale incomprensione per ciò che riguarda la tecnica dell’informatica e lo strato di logica che muove la rete, i computer e perfino i telefoni cellulari.

Questa ignoranza diffusa è dimostrata da un problema semantico: il simbolo ‘@’ nel linguaggio comune italiano è chiamato ‘chiocciola’.
Benché la forma possa vagamente somigliare al simpatico animaletto, chi coniò il termine sicuramente non aveva idea di come funzionasse il sistema di posta elettronica, nella sua banalità. In inglese la ‘@’ in un indirizzo di posta elettronica viene letto come ‘at’ ovvero in italiano traducibile benissimo con ‘presso’. Quindi l’indirizzo _stefano@maffulli.net_ si dovrebbe leggere:_stefano_ _presso_
_maffulli.net_. Tale espressione veicola il modo con cui il sistema di messaggistica elettronica funziona, ovvero che presso il server chiamato _maffulli.net_ esiste una casella chiamata _stefano_. Un messaggio viene spedito quindi alla casella _stefano_ _presso_ il server_maffulli.net_, semplice e lineare.

Categories: Senza categoria

Dopo la laurea in architettura, ha prestato opera di ricerca all’Università di Firenze per il progetto europeo Histocity (sviluppo sostenibile delle città storiche), dove ha fondato anche il laboratorio GIS_Lab. Ha poi lavorato per la Commissione Europea JRC-Ispra come ricercatore nell’unità Sistemi di supporto alla Decisione e al progetto europeo CommonGIS. Dal 2001 è a tempo pieno un professionista del software libero, prima come project manager per Madeinlinux poi come consulente. Quale Presidente della sezione italiana di FSF Europe, coordina le attività nazionali tenendo i contatti con aziende, politici e la comunità degli sviluppatori.

Categories: Senza categoria

La Free Software Foundation Europe (FSF Europe) è un’organizzazione non governativa senza fini di lucro che si dedica a tutti gli aspetti del Software Libero in Europa. L’accesso al software determina chi può far parte di una società digitale. Quindi la libertà di usare, copiare, modificare e ridistribuire software, come descritto nella definizione di Software Libero, permette parità di partecipazione nell’era dell’informazione. Portare all’attenzione del pubblico questi temi, dare solide basi politiche e legali al Software Libero e assicurare libertà alle persone supportando lo sviluppo di Software Libero, sono temi centrali per la FSF Europe, che è stata fondata nel 2001 come organizzazione sorella della Free Software Foundation statunitense.

Categories: Senza categoria

Lo statuto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (Unesco), adottato dalla Conferenza di Londra del novembre del 1945, è entrato in vigore nel novembre del 1946.
Obiettivo principale dell’Unesco è quello di contribuire al mantenimento della pace e della sicurezza nel mondo, promuovendo la cooperazione fra le nazioni, attraverso l’educazione, la scienza, la cultura e la comunicazione, al fine di garantire il rispetto universale della giustizia, dello stato di diritto e delle prerogative dell’uomo.
Gli stati membri dell’Unesco hanno elaborato un progetto intersettoriale sulla società dell’informazione nell’ambito dei loro programmi 1998-1999 e del relativo budget.
Il progetto prevede, fra l’altro, un osservatorio con il compito di raccogliere e diffondere i dati sui principali aspetti etici e giuridici del ciber-spazio, come l’accesso e la conservazione dei dati digitali, l’adeguamento delle leggi in materia di diritto d’autore, gli usi legittimi, la libertà di espressione, la tutela della ‘privacy’ e la violenza.

Categories: Senza categoria

In un mondo, i cui confini si estendono progressivamente, la cooperazione fra individui e popoli si rivela ogni giorno più essenziale. I Clubs UNESCO offrono a tutti la possibilità di conoscere popoli e civiltà diversi e sentirsi parte integrante e pienamente attiva di un mondo complesso, nel quale il sempre crescente ritmo di mutamento e l’irreversibile processo di evoluzione sociale devono tuttavia tutelare le varie tradizioni culturali di cui ogni essere umano e tributario. Il Club Unisco favorisce l’incontro di persone desiderose di impegnarsi insieme in svariate attività, in un clima di fiducia e tolleranza reciproca, senza alcuna discriminazione, così da portare alla comunità mondiale il contributo di un’azione impegnata, stimolante, su basi volontaristiche.

In questa linea ideale d’azione, i Clubs UNESCO si propongono di:
§ Promuovere la comprensione internazionale, la cooperazione e la pace, attraverso una migliore conoscenza delle diverse civiltà, dei problemi passati e presenti, così del proprio paese come di altri, in un’ottica mondiale, e di tutto ciò che costituisce il patrimonio culturale dell’umanità;
§ Promuovere la comprensione degli ideali d’azione dell’UNESCO e adoperarsi per il successo dei programmi proposti;
§ Contribuire alla formazione civica e democratica dei cittadini e particolarmente dei giovani, attraverso studi e attività connessi con le problematiche proposte dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo;
§ Stimolare l’interesse della ricerca della verità, attraverso lo studio dei maggiori problemi locali, nazionali e internazionali;
§ Contribuire allo sviluppo sociale ed economico, inteso come raggiungimento delle condizioni ottimali per il completo sviluppo della personalità umana;
§ Prendere iniziative nei paesi tecnologicamente avanzati, con lo scopo di aiutare i paesi in via di sviluppo, sensibilizzando l’opinione pubblica.

L’attività dei Clubs UNESCO si svolge attraverso conferenze, dibattiti, seminari e simposi, lavori di gruppo, raccolta e diffusione di materiale informativo, su temi di riflessione e operativi, in linea con gli ideali d’azione indicati dall’UNESCO, celebrazione di anniversari di grandi personalità della scienza e della cultura, partecipazione alle campagne lanciate dall’UESCO e dall’ONU, scambi con altri Clubs, azioni al servizio dello sviluppo, alfabetizzazione, servizio sociale, campi di lavoro. Particolare attenzione viene dedicata agli incontri ed agli scambi culturali a livello nazionale e internazionale.

Categories: Senza categoria

Prova di comunicato Prova di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicato.

Categories: Senza categoria

prova Prova di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicato Prova di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicato

Categories: Senza categoria

Prova di comunicato Prova di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicatoProva di comunicato.

Categories: Senza categoria

adkòa adk adaòaòdka òdkdakd adkd ada dakd adad dd jfxf xfxjf sfksjf ksfkjskfj skjfskfhs fshf sfs fsf s kfskfh sfsf sfksfksfkf.
adkòa adk adaòaòdka òdkdakd adkd ada dakd adad dd jfxf xfxjf sfksjf ksfkjskfj skjfskfhs fshf sfs fsf s kfskfh sfsf sfksfksfkf adkòa adk adaòaòdka òdkdakd adkd ada dakd adad dd jfxf xfxjf sfksjf ksfkjskfj skjfskfhs fshf sfs fsf s kfskfh sfsf sfksfksfkf.
adkòa adk adaòaòdka òdkdakd adkd ada dakd adad dd jfxf xfxjf sfksjf ksfkjskfj skjfskfhs fshf sfs fsf s kfskfh sfsf sfksfksfkf.