Giornata Internazionale UNESCO del Jazz

Giornata Internazionale UNESCO del Jazz

Venerdì 30 maggio 2014, alle ore 18,30 presso l’Auditorium dell’Istituto Comprensivo “Bozzini-Fasani” di viale Raffaello in Lucera, il Club UNESCO ‘Federico II” ha organizzato il concerto del “LUCIO FERRARA QUARTET” per celebrare la Giornata Internazionale UNESCO del Jazz *.
La musica ha dimostrato nel tempo, di essere un potente strumento di comunicazione.
Il Jazz è una forma di musica nata, agli inizi del ‘900, dall’incontro tra la cultura africana e quella europea, propagatasi inizialmente nel sud degli Stati Uniti per poi diffondersi in tutto il mondo, prendendo il meglio dalle varie nazioni e arricchendosi attraverso la fusione delle diverse culture.
Oggi è una forma d’arte internazionale che parla tante lingue: è un mezzo di comunicazione che trascende le differenze di razza, religione, etnia o nazionalità. Appartiene al mondo ed è un formidabile strumento di dialogo interculturale, di unificazione e di coesistenza pacifica. Per questo motivo, l’UNESCO ha deciso di celebrare il 30 aprile di ogni anno* la “Giornata Internazionale del Jazz” in tutto il mondo.

LUCIO FERRARA
Pugliese di nascita, Lucio Ferrara studia clarinetto prima di passare definitivamente alla chitarra. Si trasferisce a Bologna all’età di diciotto anni.
Nel 1997 forma il suo primo quintetto il Lucio Ferrara Quintet, con il quale vince il concorso Iceberg ‘98, realizzando il suo primo album da leader accolto con entusiasmo dalla critica.
Dal 1997 e per un decennio, fa parte del tentetto di Bruno Tommaso Orchestra.
Intanto si diploma al Conservatorio di Bologna e successivamente si laurea in Chitarra Jazz al Conservatorio di Adria.
Dopo un concerto con Benny Golson decide di partire per gli Stati Uniti e dal 2008 si divide tra l’Italia e New York, dove suona nei vari Jazz Club tra cui Jazz At Lincoln Center con Joey de Francesco. Torna in Italia ed è in tour con l’ultimo maestro del cool jazz Lee Konitz con cui registra un cd.
Insegna Chitarra Jazz ai seminari di Lagos Jazz Festival (Portogallo).
Dal 2010 al 2011 dirige i seminari di Tuscia in Jazz  e La Spezia Jazz.
Nel 2011 pubblica il cd “It’s all right with me”, segue il tour che lo porta alla Casa del Jazz e all’’Alexanderplatz di Roma, La Spezia Jazz Festival, Tuscia in Jazz, negli Usa al Rochester Jazz Festival, al Fat Cat e al Dizzy’s Club Coca Cola di New York.
Torna in Italia e registra il cd Orsara Suite con Antonio Ciacca, Jerry Bergonzi, Jim Rotondi, Joe Farnsworth, John Webber, Mark Sherman.
Nel 2013 dopo un Tour in Italia con Jerry Bergonzi, Greg Hutchinson e Steve Kirby si trasferisce a New York, si esibisce regolarmente al Setai con Harold Mabern, Francisco Mela, Harry Allen, Peter Bernstein, Joe Magnarelli, Doug Weiss, Rodney Green.
A settembre suona al Bud Powell Festival con il suo trio, Barry Harris è suo ospite.
Intensa l’attività didattica.
Dal 2004 è Direttore e insegna chitarra jazz ai Seminari Internazionali di Musica Jazz di Orsara Jazz, giunti alla XI edizione.
E’ consulente per il New York Jazz Workshop.
Ha insegnato al Conservatorio di Cosenza, ai seminari di Lagos Jazz Festival (Portogallo).
Ha diretto i seminari di La Spezia Jazz e insegnato e diretto i seminari di Tuscia in Jazz.
Attualmente è docente di Chitarra Jazz al Conservatorio di Avellino

* per motivi organizzativi, il concerto si tiene il 30 maggio invece che il 30 aprile, come da calendario UNESCO.

About the author

Leave Your Comment